Urgnano

LA CITTA', I MONUMENTI
e la sua storia

Tour tra i monumentiback

CHIESA PARROCCHIALE

Qualsiasi percorso conduce il visitatore al centro del paese dove viene accolto da un’ampia e ben strutturata Piazza, definita dagli edifici che la attorniano ai lati est e ovest, e a sud dal maestoso complesso della Chiesa Parrocchiale. L’edificio, eretto in onore dei S. Nazario e Celso, patroni della parrocchia, è stato realizzato nelle forme attuali tra il 1770 e il 1787, su progetto di Filippo Alessandri. La mole e il particolare orientamento (nord-sud anziché il canonico ovest-est) esprimono il desiderio degli urgnanesi del tempo di riequilibrare i due poteri forti del paese: il potere civico (espresso dalla Rocca Albani, che fronteggia la Chiesa) e il potere religioso (la parrocchiale, appunto).
La facciata, in Ceppo Gentile di Brembate, è nello stile del tempo, il neoclassico, caratterizzato da purezza e linearità, che conferiscono insieme severità ed eleganza all’edificio. In un unico ordine gigante, è caratterizzata da un portone definito ai lati da colonne e lesene in stile corinzio, che sottendono un arco nel quale è inserito un alto rilievo del Battesimo di Gesù al Giordano. Un ampio timpano chiude in alto la facciata. In esso si può ammirare un importante orologio, recentemente restaurato, il cui meccanismo originale si potrà presto ammirare in una delle sale del Castello Albani.
A coronamento della facciata e dominante su tutto il paese la Statua della Vergine Maria, cui gli urgnanesi sono particolarmente devoti.

L' interno della Chiesa Parrocchiale

Entrando nella Chiesa si resta colpiti per la maestosità, l’eleganza e la severità dell’interno, ad
aula unica, anch’essa ad unico ordine gigante. L’occhio del visitatore viene attratto immediatamente dal grande ciborio marmoreo che sovrasta l’altare maggiore, è il Sepolcro vuoto dove domina la gloria dello Spirito Santo cui fanno da corona due angeli custodi. Al di sopra un bronzo del Cristo Trionfante, il quale con un gesto indica la grande Croce posta al centro del Catino dell’abside, a ricordare che la gloria della Resurrezione passa attraverso la sofferenza e che il trono della regalità di Cristo è la Croce.
Tutto l’interno è un compendio catechetico per immagini e simboli. Il mistero centrale della fede Cristiana è collocato al centro dell’attenzione del visitatore, nel grande presbiterio delimitato da un’ampia e scenografica scalea. Al di sopra due tele ritraggono L’Annunciazione, il momento dell’incarnazione di Cristo. Sotto di esse due statue di Cristo Risorto e della Vergine, ricordano il momento in cui il Figlio compare alla Madre dopo la resurrezione.
L’ampia navata è contrassegnata da sei poderosi pilastri che ne sorreggono la struttura. Alle loro basi le statue dei dodici apostoli ci dicono che la nostra fede è fondata sui “pilastri” della loro esperienza e della loro predicazione. Sopra le statue, in dodici tele, i Padri della Chiesa che, basandosi sull’insegnamento apostolico, hanno innalzato la riflessione teologica alle più alte vette.
Alla sommità un’ampia volta contrassegnata da tre grandi affreschi, che ritraggono le grandi feste liturgiche dell’anno cristiano, ricordano che il destino della vita cristiana è la gloria del Paradiso.
Nella controfacciata una grande tela che ritrae la cacciata dei mercanti del tempio da parte di Gesù, ammonisce che Dio è Somma Misericordia, ma anche Somma Giustizia. Al centro della navata, sul lato destro, domina la visuale su tutta la Chiesa l’altare della Madonna del S. Rosario. In una teca segnata dai 15 Misteri del Rosario, è collocata una statua lignea della Beata Vergine del Rosario col Bambino, rivestita da sontuose vesti in stile settecentesco. Questa effigie santa viene portata ogni anno in processione per le vie del paese durante la sagra cittadina.
Si fronteggiano a metà della navata due eleganti pulpiti in legno con medaglioni in bronzo, della scuola del Fantoni.

FOTOGALLERY

Highslide JS

S. Giacomo Maggiore Apostolo. Pietra d'arco scolpita dipinta, autore Antonio Maria Pirovano 1762-1774

Highslide JS

Pulpito. Legno intagliato, parzialmente dorato, autore Caniana 1775-1799

Highslide JS

Statua della Madonna del Rosario sec. XVIII. Legno intagliato e dipinto, veste di raso broccato in filo di seta oro

Highslide JS

Pietà con scene della Passione. Olio su tela attribuito a Tintoretto 1570-1580

Highslide JS

Storia dei SS. Nazario e Celso. Autore Trécourt Giacomo 1843


VIDEO
    

EVENTO IN
PRIMO PIANO

LETTURA NATALIZIA

SABATO 15 DICEMBRE ALLE ORE 15,00

presso la BIBLIOTECA COMUNALE DI URGNANO

LETTURA ...

EVENTO IN
PRIMO PIANO

CONVEGNO SUL TEMA

"AGRICOLTURA DI QUALITA' E ALIMENTAZIONE: LA VISIONE DI REGIONE ...

EVENTO IN
PRIMO PIANO

ON LINE IL NUOVO SITO

Da oggi on line il nuovo sito intenet rivisitato nella veste grafica e nei contenuti. Visibile da tutti i ...

leggi tutte le news

DOVE MANGIARE
E DORMIRE

Uno strumento utile al turista per scegliere in pochi clic tra una gamma di strutture ricettive e di ristorazione nella zona di Urgnano

vai alla sezione

LINK
UTILI

Una raccolta di link utili di associazioni, musei e societĂ  legate alle varie manifestazioni culturali che si susseguono nella citta

vai alla sezione

PRENOTAZIONI
VISITE E SALE

Informazioni e prenotazioni di visite guidate e per l’utilizzo alcune affascinanti sale del castello per mostre, convegni e manifestazioni

compila il form