Urgnano

LA CITTA', I MONUMENTI
e la sua storia

Fotogallery

LABORATORIO TEATRO OFFICINA

Il Laboratorio Teatro Officina di Urgnano si è costituito nel 1977 a seguito degli incontri con il Teatro Tascabile e l'Odin Teatret di Eugenio Barba e dei seminari di lavoro sul teatro orientale con I Made Bandem danzatore balinese e Krishnan Nambudiri del teatro kathakali indiano. Da tali confronti inizia per il Laboratorio un lavoro sistematico sull'arte dell'attore e si costituisce il Centro di Ricerca e Sperimentazione Teatrale. Nello stesso anno viene prodotto lo spettacolo "Trema'n ìnìs (Verso l'isola)" sul problema delle minoranze etniche. Nel '78 il gruppo promuove la prima edizione del "Settembre Teatrale Urgnanese", sviluppando nel contempo una lunga serie di esperienze di animazione teatrale per le scuole elementari della provincia, che si concretizzano nello spettacolo di strada "Danze, storie e balli". È del '79 la terza proposta scenica "Frammenti", singolare operazione di teatro-danza sulla scia della grande tradizione orientale. Parallelamente all'attività spettacolare, il Teatro Officina sviluppa in quegli anni una propria metodologia d'intervento a livello pedagogico-didattico per il settore specifico del teatro dei ragazzi. In tale ambito il gruppo promuove da 24 anni la Rassegna Scolastica "Teatrofesta", cui hanno aderito più di 140 scuole provenienti da tutta Italia.

L'L.T.O. è inoltre l'organizzatore (in collaborazione con il Comune di Urgnano, la Provincia di Bergamo e la Regione Lombardia) di tutte le edizioni di "Segnali - Altri Percorsi" Festival Internazionale del Teatro di Gruppo (oggi aderente ai "Circuiti Teatrali Lombardi" con il titolo di "Experimenta") cui hanno aderito nomi famosi come l'Odin Teatret, Moni Ovadia, Danio Manfredini e Marco Paolini. L'L.T.O. gestisce da quindici anni "Ragazzi a teatro" decentramento teatrale per la scuola dell'obbligo, inserito nell’omonimo circuito provinciale, che interessa un'utenza media di circa 1.500 scolari. Nel biennio '87/'89 il Laboratorio affronta due classici del teatro moderno: "Il mio Krapp" (libero adattamento da "L'ultimo nastro di Krapp") e "Tre pezzi d'occasione" del grande drammaturgo irlandese Samuel Beckett, cui dedica nel 1990 anche il progetto multimediale "Néant", Nel 1993 l'L.T.O. saluta l'autore di "Aspettando Godot" con "Donne", un omaggio alla sua poetica esistenziale vista al femminile. Nel 1994 viene proposto "Fame di lupo", prima incursione diretta nel territorio del "teatro ragazzi". Nello stesso anno il gruppo inizia una sua personalissima ricerca sull'uso del dialetto in ambito teatrale, producendo gli spettacoli "Ninna nanna" sul tema della memoria e "Refenìstola" sul tema della fabulazione e del racconto in riferimento alle figure degli ambulanti e dei vagabondi come narratori. La trilogia sulle tradizioni popolari bergamasche continua nel 1997 con "Squàsc - Storie dé pura", spettacolo dedicato ai racconti di paura, tipici della veglia di stalla. Nel biennio 2005/2006 vengono prodotte le due fiabe ecologiche “C’era una volta un albero”, liberamente ispirata a un racconto breve di Shel Silverstein e “Martino, il semino” che, attraverso la nascita di un seme, racconta la storia del prato e dei suoi abitanti. Entrambe le produzioni sono particolarmente adatte alla scuola dell’infanzia. È dell’estate 2005 anche la terza parte del Progetto “Refenìstola” intitolata “Storie bergamasche”.



Highslide JS
Highslide JS
Highslide JS


EVENTO IN
PRIMO PIANO

LETTURA NATALIZIA

SABATO 15 DICEMBRE ALLE ORE 15,00

presso la BIBLIOTECA COMUNALE DI URGNANO

LETTURA ...

EVENTO IN
PRIMO PIANO

CONVEGNO SUL TEMA

"AGRICOLTURA DI QUALITA' E ALIMENTAZIONE: LA VISIONE DI REGIONE ...

EVENTO IN
PRIMO PIANO

ON LINE IL NUOVO SITO

Da oggi on line il nuovo sito intenet rivisitato nella veste grafica e nei contenuti. Visibile da tutti i ...

leggi tutte le news

DOVE MANGIARE
E DORMIRE

Uno strumento utile al turista per scegliere in pochi clic tra una gamma di strutture ricettive e di ristorazione nella zona di Urgnano

vai alla sezione

LINK
UTILI

Una raccolta di link utili di associazioni, musei e società legate alle varie manifestazioni culturali che si susseguono nella citta

vai alla sezione

PRENOTAZIONI
VISITE E SALE

Informazioni e prenotazioni di visite guidate e per l’utilizzo alcune affascinanti sale del castello per mostre, convegni e manifestazioni

compila il form